Benvenuto nella Rete Civica del Comune di Adro (BS) - clicca per andare alla home page
cerca nel sito
motore di ricerca

Comune di Adro: indirizzo via Tullio Dandolo 55, 25030 Adro (Bs) Italy  telefono 030 7454311  fax 030 7450312  CF  82000850170     scrivi al Comune

sei in HOME » Organi di Indirizzo Politico-Amministrativo | Statuto Comunale | Titolo 3

STATUTO DEL COMUNE DI ADRO
(PROVINCIA DI BRESCIA)

Approvato con deliberazione Consiliare N. 3 del 26.02.2001

TITOLO 3°
L'ORDINAMENTO AMMINISTRATIVO DEL COMUNE

CAPO 1°: L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE

ARTICOLO 41
(RIPARTIZIONI DELL'ORDINAMENTO AMMINISTRATIVO)

1. L'ordinamento amministrativo comunale si articola in: aree e servizi. I servizi possono articolarsi in unità operative.

2. L'area individua la struttura organizzativa di massima dimensione presente nel Comune, finalizzata a garantire l'efficacia dell'intervento comunale nell'ambito di una o più materie appartenenti ad un'area omogenea.

3. Il servizio è l'unità organizzativa di base che, nell'ambito di una sola area o di più aree, purchè funzionalmente collegate fra loro, elabora, istruisce e concretizza l'azione amministrativa o tecnica finalizzata a garantire l'efficacia di funzioni o attività concernenti una specifica materia o materie assimilabili.

ARTICOLO 42
(IL PERSONALE DEL COMUNE)

1. Il Comune promuove e realizza il miglioramento delle prestazioni del proprio personale attraverso l'ammodernamento delle strutture, la formazione, la qualificazione professionale e la responsabilizzazione dei dipendenti.

2. La disciplina del personale è riservata al CCNL ed agli atti normativi del Comune che danno esecuzione alle leggi ed allo statuto, quali in primo luogo il Regolamento degli uffici e dei servizi.

3. Il personale è inquadrato in categorie, in relazione al grado di complessità della funzione ed ai requisiti richiesti per lo svolgimento della stessa ed è collocato in servizi ed aree di attività.

ARTICOLO 43
(COLLABORAZIONI ESTERNE)

1. Il regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi può prevedere collaborazioni esterne ad alto contenuto di professionalità per obiettivi determinati e con convenzioni a termine.

2. Le norme regolamentari per il conferimento degli incarichi di collaborazione a soggetti estranei all'amministrazione devono stabilire:

a) la durata del rapporto che, comunque, non potrà essere superiore alla durata del mandato del Sindaco;

b) i criteri per la determinazione del relativo trattamento economico;

c) la natura privatistica del rapporto o l'inquadramento come fuori ruolo nell'organico del personale dipendente.

ARTICOLO 44
(IL SEGRETARIO COMUNALE)

1. Il Comune ha un Segretario il cui stato giuridico ed il trattamento economico sono stabiliti dalla legge.

2. Il Segretario, nel rispetto delle direttive impartitegli dal Sindaco, dal quale dipende funzionalmente, esercita le seguenti funzioni:

a) sovraintende allo svolgimento delle funzioni dei responsabili degli uffici e dei servizi;

b) vigila sull'istruttoria delle deliberazioni fornendo, se richiesto, alla struttura politica ed amministrativa il parere di conformità alle leggi, allo statuto ed ai regolamenti comunali;

c) provvede agli atti esecutivi previsti dalle deliberazioni avvalendosi degli uffici e dei responsabili dei servizi interessati;

d) assicura, adottando i provvedimenti necessari, l'applicazione da parte degli uffici, in particolare dei Responsabili di area, delle norme sul procedimento amministrativo;

e) sovraintende agli uffici ed ai servizi che assicurano la pubblicazione e la pubblicità degli atti ed il loro inoltro, quando previsto, agli organi di controllo;

f) roga i contratti nell'interesse del Comune;

g) adotta e sottoscrive tutti gli atti ed i provvedimenti, anche a rilevanza esterna, per i quali gli sia stata attribuita la competenza;

h) se richiesto, formula pareri ed esprime valutazioni di ordine tecnico e giuridico al Consiglio, alla Giunta, al Sindaco, agli Assessori, ai Consiglieri ed alla struttura burocratica comunale.

i) partecipa alle riunioni del Consiglio e della Giunta, cura la redazione dei relativi verbali che sottoscrive unitamente al Presidente;

l) riceve dai consiglieri le richieste di trasmissione delle deliberazioni della Giunta

soggette al controllo eventuale;

m) espleta qualsiasi altra funzione incaricatagli dal Sindaco.

3. Il Segretario, per l'esercizio delle sue funzioni, si avvale dell'ordinamento amministrativo comunale e del personale addetto al suo funzionamento.

ARTICOLO 45
(IL VICE SEGRETARIO)

1. Il Comune può avere un vice segretario per lo svolgimento delle funzioni vicarie del Segretario.

2. Il posto di vice segretario è conferito sulla base dei requisiti richiesti per l'accesso alla qualifica di segretario comunale e tenuto conto di quanto è prescritto nel Regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi.

3. Il Vice segretario coadiuva il Segretario nell'esercizio delle funzioni di cui al presente articolo e può sostituirlo nei casi di vacanza, assenza od impedimento.

CAPO 2°: I SERVIZI PUBLICI

ARTICOLO 46
(I SERVIZI PUBBLICI COMUNALI)

1. Il Comune può istituire e gestire servizi pubblici che abbiano per oggetto produzione di beni ed attività rivolte a realizzare fini sociali e a promuovere lo sviluppo economico e civile della comunità locale.

2. I servizi da gestire con diritto di privativa sono stabiliti dalla legge.

ARTICOLO 47
(FORME DI GESTIONE DEI SERVIZI)

1. Il Consiglio Comunale delibera la istituzione e la gestione dei pubblici servizi nelle seguenti forme:

a) in economia, quando per le modeste dimensioni o per le caratteristiche del servizio, non sia opportuno costituire una istituzione o un'azienda;

b) in concessione a terzi quando esistono ragioni tecniche, economiche e di opportunità sociale;

c) a mezzo di azienda speciale, anche per la gestione di più servizi di rilevanza economica ed imprenditoriale;

d) a mezzo di istituzione, per l'esercizio di servizi sociali senza rilevanza imprenditoriale;

e) a mezzo di società per azioni o a responsabilità limitata, qualora si renda opportuna, in relazione alla natura del servizio da erogare, la partecipazione di altri soggetti pubblici e privati.

 



torna alla pagina precedente

Comune di Adro:  indirizzo via Tullio Dandolo 55, 25030 Adro (Bs) Italy   telefono 030 7454311   fax 030 7450312   CF  82000850170     scrivi al Comune


Questo sito internet è valido html 4.01 strict, clicca per accedere al validatore html 4.01, il sito verrà aperto in una nuova finestra Questo sito internet è valido CSS 2.0, clicca per accedere al validatore css, il sito verrà aperto in una nuova finestra sito internet validato wcag wai a 
Leggibilità
Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato
portale internet realizzato da Progetti di Impresa srl Copyright © 2009